27 novembre 2019 ore 9.30 – 11.30 (P.01)

 

ELOGIO DELLA NON AUTOSUFFICIENZA – IL VALORE DEL LAVORO CON LE PERSONE FRAGILI

Le civiltà non sopravvivono con la forza bensì con il modo con cui rispondono alla debolezza (…). L’ironica e tuttavia profondamente umana lezione della storia è che ciò che rende invulnerabile una cultura è la compassione che essa mostra nei confronti dei vulnerabili.” (Jonathan Sacks, La dignità della differenza, 2004).

Gli operatori che lavorano a fianco delle persone non autosufficienti svolgono quotidianamente compiti delicati e affrontano domande complesse, ma la sfida con la quale si misurano ogni giorno non riguarda solo le loro persone e chi è affidato alla loro cura e professionalità. Sui temi della fragilità, della non autosufficienza, della debolezza entra in gioco qualcosa di decisivo che ha che fare con la tenuta stessa della costruzione sociale nel suo insieme.

Introduce

RITA CUTINI, Università per stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria

Relazione

VINCENZO PAGLIA, Presidente della Pontificia Accademia per la Vita

 

28 novembre 2019 ore 9.30 – 11.30 (P.02)

 

LA CONDIZIONE DELLA PERSONA CON DISABILITA’ OGGI IN ITALIA

Paralleli e differenze con la condizione della persona anziana

Modera

GIOVANNI MERLO, LEDHA – Lega italiana diritti disabilità

Relazioni

PIETRO BARBIERI, CESE – Comitato Sociale Economico Europeo

CRISTIANO GORI, Network Non Autosufficienza – Università di Trento