0541/628200 fax 0541/628768
convegni@maggioli.it

Presa in carico e gestione dei bisogni sociali nella cronicità e nel fine vita”: se ne parlerà al Forum della Non Autosufficienza, organizzato, per il 27 e 28 novembre, dal Gruppo Maggioli, giunto alla sua undicesima edizione. L’attenzione di un intero workshop sarà dedicata al peso che questi pazienti assumono nel quadro complessivo della malattia e del percorso di cura, alla necessità di utilizzare un approccio globale in grado di ricomporre le diverse dimensioni della malattia, di riconoscere il ruolo degli operatori sociali anche nei contesti sanitari, oltre che l’opportunità di lavorare in stretta collaborazione con tutti i professionisti che intervengono nella relazione di cura.

Moderati da Annamaria Perino, sociologa, Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale – Università degli Studi di Trento, giovedì 28 novembre 2019 (ore 14,30-18.00) cinque assistenti sociali che, in diversi luoghi del nostro Paese, si occupano di questa tipologia di utenza si confronteranno sul tema. Si tratta di assistenti sociali impegnate nel S. Sociale ospedaliero, nelle Residenze Sanitarie Assistenziali, negli hospice e nei servizi domiciliari di Cure Palliative. Ciascuna di loro presenterà la sua esperienza e, anche con esempi concreti, cercherà di dimostrare il valore dell’intervento sociale (dall’analisi del bisogno alla progettazione dell’intervento, fino alla valutazione finale) e il peso che esso assume anche nei contesti di riferimento.

Organizzato sotto forma di tavola rotonda interattiva e con discussione finale, si assisterà anche all’indicazione di soluzioni operative utili ad una reale presa in carico integrata. I contesti sanitari del resto sono caratterizzati da difficoltà connesse al ruolo ricoperto e alle funzioni svolte dagli assistenti sociali, di cui non sempre riconoscono l’apporto. Tutto questo, nonostante oggi l’aumento delle malattie cronico-degenerative lasci intravedere uno scenario caratterizzato da bisogni multidimensionali e, di conseguenza, da necessità di intervenire in maniera globale e integrata.

Non mancheranno richiami all’approccio olistico che mette al centro la persona malata e la sua famiglia, al fine di garantire loro la migliore qualità di vita anche in presenza di malattie inguaribili.

Discuteranno il tema Tiziana Mondin, Assistente Sociale, Referente Triveneto Rete Nazionale Assistenti Sociali Cure Palliative, Chiara Pilotti, Assistente Sociale, Referente Servizio di Accoglienza Centro di Cure Palliative Antea, Roma, Emanuela Di Fatta, Assistente Sociale, Samot onlus, Palermo, Claudia Antoni, Assistente Sociale, ASST Lariana Servizio Sociale aziendale, Como, Ilaria Rovigati, Assistente Sociale, Casa di Cura “Ancelle Francescane del Buon Pastore”, Roma.

Per iscriversi e conoscere l’intero programma del Forum: clicca qui.