ULTIMI POSTI DISPONIBILI

SANITÀ 2.0: EVOLUZIONE TECNOLOGICA PER IL SETTORE SOCIO-SANITARIO

A cura di
Advenias Care
Relatori

Raffaele Benaglio, Responsabile medico innovazione servizi territoriali | Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus
Andrea Rotolo
, Associate Professor of Practice Government, Health and Non-Profit Division | CERGAS – SDA Bocconi School of Management
Elisabetta Notarnicola, Associate Professor of Practice, Coordinatore Research Area Social Policy and Social Innovation | CERGAS – SDA Bocconi School of Management
Roberto Rovati, Direttore Area Health IT, Risk Manager aziendale, Direzione Generale Gruppo Gheron, PV | Gruppo Gheron
Valerio Vinci, Direttore Fornitori e Acquisti Direzione Generale Gruppo Gheron | Gruppo Gheron
Raffaele Esposito, Direttore sanitario RSA e CDI Zucchi e Falcina di Soresina (CR) | Gruppo Gheron
Mauro Torselli, Coordinatore dei servizi | Fondazione ODA Firenze Onlus
Daniela Campani, Neurologo e Medico responsabile | Fondazione ODA Firenze Onlus  

MM11

SANITÀ 2.0: EVOLUZIONE TECNOLOGICA PER IL SETTORE SOCIO-SANITARIO

Differenti punti di osservazione per la sanità di domani

 

Modera: Raffaele Benaglio, Responsabile medico innovazione servizi territoriali | Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus

Le tecnologie sono il trampolino di lancio per la sanità a venire?

Tramite una conversazione corale, con differenti professionisti del settore, vogliamo fare un excursus teorico e pratico, tra quanto già è stato fatto e sulle potenzialità dell’incontro affascinante di tecnologia e mondo socio-sanitario.

 

Partiremo dalla digitalizzazione a supporto dei processi nei servizi sociosanitari, con gli esiti di ricerca a opera di Andrea Rotolo e Elisabetta Notarnicola (CERGAS – SDA Bocconi School of Management).

Approfondiremo poi il dossier socio sanitario informatizzato, come supporto al governo del rischio clinico, con la preview di una sperimentazione farmaceutica in tema di sicurezza del farmaco, grazie agli interventi di Roberto Rovati, Valerio Vinci e Raffaele Esposito (Gruppo Gheron).

L’incontro si concluderà con alcune riflessioni su come migliorare la cura dei pazienti, affrontando i processi sanitari digitali e l’importanza della cartella clinica in cloud sia durante l’emergenza covid19 sia oggi, tramite le parole di Mauro Torselli e Daniela Campani (Fondazione ODA Firenze Onlus).

Maggiori dettagli sui singoli interventi a seguire.

 

_____________

La digitalizzazione a supporto dei processi nei servizi sociosanitari.

Un approfondimento sul tema della digitalizzazione dei processi all’interno delle strutture sociosanitarie. L’evento presenta i risultati di un progetto di ricerca di CERGAS-SDA Bocconi con l’obiettivo di studiare i principali impatti gestionali e le implicazioni manageriali relative a:

• i cambiamenti nei processi interni e nell’organizzazione delle aziende che introducono soluzioni digitali;

• le principali motivazioni, da parte delle aziende del settore, che incentivano la digitalizzazione e influenzano le scelte degli strumenti da adottare;

• il ruolo che possono avere i provider di soluzioni digitali.

In una fase storica in cui le aziende del settore vivono forti tensioni su gestione del personale, soluzioni come la cartella digitale dimostrano di supportare le organizzazioni nel migliorare i processi, la produttività del lavoro e la qualità delle cure nelle RSA. Una riflessione su quali impatti generano le innovazioni digitali per il settore sociosanitario, non tanto come strumenti per ridurre i costi, quanto come elementi fondamentali per la sostenibilità di medio-lungo periodo delle aziende.

Interverranno:
Andrea Rotolo, Associate Professor of Practice Government, Health and Non-Profit Division | CERGAS – SDA Bocconi School of Management

Elisabetta Notarnicola, Associate Professor of Practice, Coordinatore Research Area Social Policy and Social Innovation | CERGAS – SDA Bocconi School of Management

 

_____________

Il dossier socio sanitario informatizzato come supporto al governo del Rischio Clinico e preview di una sperimentazione in tema di sicurezza del farmaco.

Saper gestire il rischio clinico è indispensabile e l’intervento del Gruppo Gheron vuole avviare un dialogo per sottolineare il valore che una governance supportata dall’informatizzazione permette, partendo dalla sperimentazione farmaceutica dell’azienda stessa.

Il governo integrato delle informazioni permette di adire azioni proattive sulla pianificazione delle cure e di traguardare consapevolezza degli esiti mediante audit clinico-assistenziali a flusso costante, facilitando altresì lo sviluppo di progetti innovativi da integrare nell’ecosistema informatizzato a supporto delle cure, permettendo di:

• migliorare la qualità delle cure;

• prevenire e correggere gli errori;

• garantire la costante diffusione delle competenze;

• proteggere dai crescenti rebound giuridici e assicurativi.

La sperimentazione farmaceutica di Gruppo Gheron si propone di ridurre il rischio di errore nella filiera, di attenzionare e governare le variabili clinico assistenziali ed emergenziali.

Questa riflessione vuole analizzare come lavorare in qualità e impegnarsi a governare e ridurre il rischio clinico necessiti di pensiero critico, concertazione, progettazione, costi e partner tecnici di qualità. Considerando anche come l’investimento possa portare anche a costi che la non-qualità comporta, come il cattivo utilizzo del tempo lavorativo, costi etici, motivazionali, giudiziari e assicurativi.

Interverranno:

Roberto RovatiDirettore Area Health IT, Risk Manager aziendale, Direzione Generale Gruppo Gheron, PV | Gruppo Gheron

Valerio Vinci, Direttore Fornitori e Acquisti Direzione Generale Gruppo Gheron | Gruppo Gheron

Raffaele Esposito, Direttore sanitario RSA e CDI Zucchi e Falcina di Soresina (CR) | Gruppo Gheron

_____________

Migliorare la cura dei pazienti grazie a processi sanitari digitali: l’importanza della cartella clinica in cloud durante l’emergenza covid19.

L’informatizzazione dei servizi, in particolare l’adozione della cartella sanitaria informatizzata, si è rivelata di capitale importanza nel corso dell’emergenza per il contagio da COVID19, patito nei primi mesi del 2020.

La cartella informatizzata ha consentito di avere accesso immediato ai dati, anche da remoto, facilitando la collaborazione tra operatori e migliorando il processo di cura. Grazie alla piattaforma, è stato possibile consultare specialisti esterni, che senza andare in struttura, hanno potuto monitorare le cartelle.

Tratteremo come lo strumento informatico, in particolare, abbia garantito:

• agevole trascrizione dei dati clinici nelle singole cartelle;

• adeguata e veloce condivisione degli stessi con tutto il personale operativo;

• rapida valutazione diagnostica e tempestiva instaurazione dei protocolli farmacologici e assistenziali;

• condivisione dei quadri clinici con gli specialisti del GIROT (Gruppi di Intervento Rapido della ASL Toscana Centro);

• decisione e coinvolgimento in tempo reale dei percorsi terapeutici e assistenziali indicati.

Nel corso dell’intervento, sarà evidenziata come sia stata decisiva la possibilità d’intervento continuo dei medici del GIROT, e dei vari specialisti dell’ospedale, attraverso il collegamento da remoto garantito dallo strumento informatico..

Interverranno:

Mauro Torselli, Coordinatore dei servizi | Fondazione ODA Firenze Onlus

Daniela Campani, Neurologo e Medico responsabile | Fondazione ODA Firenze Onlus

Data Sala Ora
23 Novembre 2022 REGENCY 1 11.30 - 13.00